Come e cosa irrigare le piantine di pomodoro per crescere meglio

 come nutrire le piantine di pomodoro

Quando si sceglie una piantina, viene data preferenza a campioni forti che potrebbero tranquillamente mettere radici in un nuovo luogo. Pertanto, quando gli alberelli autocertificanti, i giardinieri applicano diversi metodi che influenzano favorevolmente lo sviluppo di giovani germogli. E i mezzi principali per raggiungere questo obiettivo sono acqua e fertilizzanti. Come e in che modo innaffiare le piantine di pomodori per crescere forti lo diremo più avanti nell'articolo.

Cosa innaffiare le piantine di pomodori?

Lo sviluppo di giovani germogli dipende dal rispetto del regime di irrigazione e dall'introduzione di ulteriori medicazioni. E il processo di irrigazione stesso ha caratteristiche che saranno discusse in questo articolo.

Dopo aver trasferito le piantine in terreni aperti, l'irrigazione non è molto frequente. All'inizio, ogni 2 giorni durante la prima settimana, quindi circa 1 volta a settimana. Per ogni pianticella occorrono circa 1,5-2,5 litri d'acqua. Peggio, se l'inumidimento è superficiale. Il sistema di radici può formare sottosviluppato, che influisce negativamente sulla crescita del cespuglio.

Le piantine trapiantate in giardino possono essere danneggiate da annaffiature abbondanti e frequenti e dall'asciugatura del terreno. Il rischio di marciume delle radici è elevato da una fase di overwetting e la secchezza inibisce lo sviluppo della coltura.
 Tutta l'irrigazione del pomodoro viene effettuata secondo diversi schemi.
Tutta l'irrigazione del pomodoro viene effettuata secondo diversi schemi.

Per il radicamento delle piantine l'irrigazione viene effettuata secondo il seguente schema:

  • quando si formano le infiorescenze e le ovaie, il terreno deve essere ben idratato;
  • un periodo di fioritura intensa prima della formazione dei frutti richiede un'irrigazione moderata;
  • con tempo secco e caldo ben consolidato, l'acqua deve essere i letti ogni giorno o ogni giorno (al mattino presto, la sera prima del tramonto per 2 ore);
  • in caso di tempo nuvoloso l'irrigazione viene effettuata in qualsiasi momento.
Per annaffiare i pomodori usando acqua a temperatura ambiente. La fonte del fluido sono serbatoi naturali, pozzi. Non è desiderabile usare l'acqua del rubinetto, ma in assenza di un altro, deve essere difeso per almeno 24 ore. L'opzione ideale è raccogliere le precipitazioni (scioglimento della neve, pioggia).

Il primo pomodoro di piantine di innaffiatura

L'irrigazione dei germogli emersi ha bisogno di 3-4 giorni dopo la germinazione di massa. L'assistente principale in questo settore è lo spruzzatore. Aiuterà a distribuire uniformemente l'acqua sul contenitore con piantine. Il punto importante è l'accuratezza della procedura, dovresti cercare di non cadere sui green. Nel primo mese di sviluppo della piantina, si consiglia di effettuare un'irrigazione con una soluzione di acqua e fertilizzante organico.

 La prima irrigazione delle piantine dopo la germinazione
La prima irrigazione delle piantine dopo la germinazione dovrebbe essere il più accurata possibile.

Il suolo deve essere inumidito per l'ultima volta prima di raccogliere in 2-3 giorni, e dopo che le piantine sono state trapiantate, l'irrigazione può essere ripresa solo dopo 3-4 giorni. In futuro, la modalità è impostata: 1 volta in 7-10 giorni.

Piantare i semenzali dopo il trapianto

La prima volta che l'irrigazione viene effettuata 10-12 giorni dopo il trapianto di piantine di pomodoro. L'irrigazione viene effettuata solo sotto la radice della pianta. Allo stesso tempo il liquido non dovrebbe cadere sulle foglie. Man mano che il cespuglio cresce, il suo volume aumenta. Nella prima fase, il tasso di consumo è di 1,5-2 litri per pianta, quindi la cilindrata aumenta a 3-3,5 litri.

Dei sistemi di irrigazione esistenti, viene data preferenza all'irrigazione a goccia e sotterranea. L'aspersione può innescare lo sviluppo di funghi.
 Annaffiatura dopo il trapianto di pomodori
Le piantine di irrigazione dovrebbero essere effettuate solo sotto la parte radice senza cadere sulle foglie.

Irrigazione e irrorazione per migliorare la crescita

Per far crescere i giovani germogli più velocemente, vengono utilizzate soluzioni idriche con fertilizzante per l'irrigazione. Tra le ricette più popolari, puoi tranquillamente utilizzare le seguenti opzioni:

  • su un secchio d'acqua un cucchiaio di urea (si consiglia di fare dopo la raccolta);
  • 1 litro d'acqua un cucchiaio nitrophosphate (adatto dopo piantare piantine);
  • su un secchio d'acqua 500 ml di liquido verbasco (usato dopo la radicazione delle piantine);
  • su un secchio d'acqua 200 ml di liquido escrementi di uccelli.
 Per migliorare la crescita puoi innaffiare i pomodori con miscele di fertilizzanti.
Per migliorare la crescita puoi innaffiare i pomodori con miscele di fertilizzanti.

Buona alimentazione di piantine di pomodori con perossido di idrogeno

Tutti conoscono le qualità uniche del perossido di idrogeno nel trattamento delle ferite, ma pochissime persone conoscono i vantaggi dell'uso di un mezzo per curare le piantine di pomodori in modo che crescano forti.

  • Con l'aiuto del perossido viene eseguita la cosiddetta pulizia delle radici. la soluzione rimuove tutti i microrganismi dannosi. Vero, tale profilassi ha un effetto dannoso sui sottili processi simili ai capelli del sistema di radice di pomodoro, ma questo fatto non influenza la salute e lo sviluppo della pianta. La piantina è trattata una volta sola (prima di trapiantare l'aiuola).
  • Il perossido di idrogeno può essere tranquillamente usato per prevenire lo sviluppo della peronospora. Per preparare la soluzione, avrete bisogno di un secchio d'acqua, un cucchiaio di perossido e 40 gocce di iodio. Le procedure vengono eseguite 1 volta in 10-14 giorni.
  • Se si aggiunge un po 'di perossido all'acqua di irrigazione, le radici del pomodoro saranno intensamente arricchite di ossigeno dopo l'irrigazione.
  • Il liquido a base di acqua e perossido di idrogeno viene utilizzato per disinfettare il terreno. Periodicamente (non più di 1 volta in 10 giorni) l'irrigazione delle piantine con tale strumento può impedire lo sviluppo di malattie o l'invasione di larve che possono essere nel terreno.
  • L'irrigazione con perossido migliora l'assorbimento dei nutrienti da parte delle piantine., di conseguenza, la piantina diventa forte e resistente alle malattie, compresa la phytophthora.

Anche una semplice spruzzatura dell'acqua con l'aggiunta di perossido stimola lo sviluppo dei pomodori. Questa tecnologia è stata a lungo praticata in America e in alcuni paesi europei. Gli indicatori di efficienza sono alti rendimenti e maggiore resistenza delle piante alle malattie.

Il perossido di idrogeno per il suolo è un buon aeratore. Nel terreno allentato, il sistema radicale si sviluppa meglio, lo scambio d'aria è regolato.
 Il perossido di idrogeno spesso pulisce le radici delle piante.
Il perossido di idrogeno spesso pulisce le radici delle piante.

Quando si utilizza il perossido di idrogeno per l'irrigazione, si seguono alcune regole:

  • l'acqua deve essere calda;
  • profondità del terreno inumidita per raggiungere 10 cm o più;
  • evitare di essere liquidi sulle foglie;
  • le procedure dovrebbero essere eseguite non più di una volta alla settimana o 10 giorni;
  • tempo per elaborare scegliere mattina o sera.

Come e cosa elaborare i pomodori dopo la pioggia o il freddo

A volte capita che a causa dell'improvvisa comparsa di freddo, le piantine si congelino o si bagnino sotto la pioggia battente (ancora in primavera fredda). L'aspetto deprimente delle piante suggerisce che il lavoro e il tempo sono stati spesi invano. Ma per rianimare le piantine devono ancora provare, soprattutto perché nell'arsenale di giardinieri esperti ci sono sempre diversi metodi efficaci.

 Epin - rafforza perfettamente il sistema immunitario dei pomodori
Epin - rafforza perfettamente il sistema immunitario dei pomodori
  • Un metodo prevede l'uso del farmaco. Appignanoche rafforza l'immunità delle colture orticole. Per preparare la soluzione di lavoro, sarà necessario sciogliere 1 fiala del prodotto in 5 litri di acqua, aggiungere un pizzico di acido citrico. Successivamente, è necessario cospargere il terreno sotto la pianta al mattino presto oa tarda sera. Le procedure giornaliere non daranno l'effetto previsto.
  • Rianimare le piantine dopo il congelamento del suolo è possibile con l'uso comune. Per le procedure che utilizzano acqua proveniente da bacini o pozzi naturali. Il liquido utilizzato è freddo, il getto dovrebbe essere del tipo di aspersione con una pressione debole (è meglio usare un annaffiatoio con un ugello). L'irrigazione viene effettuata prima dell'alba.
  • Se le gelate notturne vengono sostituite da giornate soleggiate, le piantine appassite devono essere coperte dal sole. A questo scopo, viene costruita una tettoia di cartone spesso. È ancora meglio cospargere i germogli con uno stimolatore della crescita e realizzare una mini serra sopra un letto da giardino (riparo per film o agrotextile). Lo scongelamento graduale darà alla pianta la possibilità di recuperare.In caso contrario, è necessario fertilizzarlo ulteriormente.
  • In caso di oscuramento delle punte dei germogli durante il congelamento, si consiglia di tenere spruzzare un pomodoro con una soluzione di acqua (10 litri) e urea (con una scatola di fiammiferi). È possibile aggiungere allo strumento qualsiasi promotore di crescita.
  • Abbondanza di umidità sta diventando la principale causa di malattia. Se le piantine sono cadute sotto la pioggia battente, non sperare a caso, è meglio effettuare il trattamento. I mezzi migliori sono: siero di latte (2 litri per secchio d'acqua), una soluzione debole di permanganato di potassio, 1% di liquido di Bordeaux, cenere di legno (300 g di cenere vengono fatti bollire in 500 ml di acqua per 20 minuti, quindi diluiti in un secchio d'acqua). Spruzzare questa soluzione in qualsiasi momento.

L'atteggiamento riverente nei confronti delle piantine garantisce di ottenere piantine forti. E questo è un buon segnalibro per il raccolto futuro. La cosa principale è non dimenticare l'uso di materia organica e perossido. È ora di elaborare e nutrire le verdure con i giusti mezzi.